Contenuto principale

Repressione dell'abusivismo edilizio

Settore: Tecnico/Edilizia
Servizi: Edilizia Pubblica e Privata
Responsabile: ing. Lorenzo Vallone
Responsabile del procedimento per istruttoria tecnica: ing. Lorenzo Vallone
Responsabile del Procedimento Amministrativo: sig.ra Modesta Iodice (0823 694039)
 
Telefono: 0823 694039-37 - Fax: 0823 694036
 
Ubicazione: Secondo Piano della Casa Comunale in via Umberto I n. 47 - 81047 Macerata Campania
 
orario Orari di apertura al pubblico degli Uffici:
Lunedì, Mercoledì e Venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00
Martedì  e Giovedì dalle ore 15,30 alle ore 17,00
 
Le regole in materia di vigilanza e controllo dell’attività urbanistico edilizia stabilite dalla normativa vigente sono ispirate all’esigenza di assicurare un ordinato sviluppo del territorio secondo quanto previsto dalla locale pianificazione urbanistica, garantendo la tutela assoluta delle risorse ambientali e demaniali, del paesaggio e del patrimonio storico ed architettonico presenti nel nostro comune.

L’abuso edilizio riguarda interventi realizzati in assenza o in difformità di: un permesso di costruire; di una denuncia di inizio attività; di una comunicazione di inizio lavori; di una segnalazione certificata di inizio attività.

Il Settore Tecnico, attraverso la Polizia Municipale, svolge la normale attività di controllo edilizio d’iniziativa, procedendo a verifiche nel territorio ed in particolare in quei cantieri dove non risulta esposta e ben visibile al pubblico la prescritta tabella con l’indicazione del titolo edilizio e dei responsabile delle relative opere; oppure su segnalazioni presentate per iscritto dai cittadini.

Dopo la segnalazione di presunto abuso edilizio viene effettuato un sopralluogo da parte degli operatori della Polizia Municipale; ove necessario il sopralluogo è effettuato unitamente al tecnico comunale.

A seguito dei controlli effettuati viene redatto un verbale di accertamento; successivamente viene avviato il procedimento amministrativo e/o penale nei confronti dei soggetti responsabili (proprietario/i, direttore lavori, impresa costruttrice, eventuali altre figure interessate).

Qualora i lavori in oggetto fossero in corso di realizzazione l’ufficio competente provvede, in forma preventiva all’emissione di un’ordinanza di sospensione dei lavori, ai sensi dell’art.27 del D.P.R. n.380/01 e ss.ii.mm..

Successivamente, verrà prodotta l’istruttoria in merito all’accertamento di conformità e quant’altro risulti necessario alla definizione della pratica e quindi sarà rilasciato il provvedimento finale a firma del Responsabile del Settore Tecnico.

Il provvedimento finale potrà riguardare la demolizione e il ripristino dello stato dei luoghi o la commisurazione di una sanzione pecuniaria o altro, a seconda di cosa risulta essere emerso dall’istruttoria tecnica. Qualora l'intervento edilizio risulti sanabile, l'interessato potrà presentare regolare istanza di sanatoria, ai sensi dell’art. 36 del D.P.R. n.380/01.

L’istanza in sanatoria seguirà il normale iter autorizzativo dei progetti edilizi ed è di competenza Settore Tecnico, previa acquisizione dei vari pareri, nulla – osta od autorizzazioni degli enti interessati.

 

Modalità di presentazione

Il presunto abuso edilizio può essere segnalato direttamente dai cittadini, previa comunicazione scritta indirizzata al Comando di Polizia Municipale, via Umberto I.

 

Costi e validità

Nessun costo

 

Normativa di riferimento

D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380 "Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia".

Regolamento Edilizio Comunale; Leggi Regione Campania.